Caffélatex, valvole e camere d’aria

Grazie alla sua formulazione con lattice sintetico, Caffélatex non è intrinsecamente “appiccicoso” come i sigillanti con lattice naturale ed ha poca tendenza a bloccare i meccanismi valvola. Comunque è importante sapere come utilizzarlo per godere della protezione contro le forature riducendo al minimo gli inconvenienti. Consigli generali per la sopravvivenza delle valvole, usando liquidi preventivi: … Continua

Caffélatex e l’effetto “asciuga-capelli”

Oltre all’utilizzo di CO2 (descritto qui) o alla contaminazione del vostro liquido con altri prodotti (descritto qui), l’effetto “asciuga-capelli” è una causa comune ma raramente indentificata della prematura solidificazione del sigillante. Quando si manifesta: montando senza camera d’aria e gonfiando con il compressore pneumatici di difficile conversione – avendo già inserito il sigillante – ci … Continua

La corretta quantità di Caffélatex per mountain bike, fat bike, strada, ciclocross

I sigillanti sono ormai d’obbligo per ciclisti alla ricerca della prestazione, per prevenire fastidiose forature prima del traguardo. La grande domanda è: qual’è la giusta quantità di sigillante? Parametri che influenzano la giusta quantità di sigillante: Molti fattori dovrebbero essere presi in esame, tra cui: umidità esterna temperatura frequenza di gonfiaggio della gomma … ma … Continua

Un cocktail di Caffélatex

Parliamo nel caso specifico del Caffélatex, ma quanto rilevato si può applicare in buona sostanza a tutti i sigillanti a base “lattice” (sia esso sintetico che naturale). Le cause di polimerizzazione (e solidificazione) di un sigillante liquido si dividono in due categorie: fisiche (legate a cambiamenti di temperatura, evaporazione…) chimiche (variazione di pH). Fisiche: una … Continua

Caffélatex e tubolari

Assenza di ammoniaca: la totale assenza di ammonica o di qualsiasi sostanza aggressiva rende Caffélatex inerte nei confronti delle sensibili camere d’aria in lattice (come quelle utilizzate nei tubolari artigianali da ciclocross)… quindi non c’è nulla da temere in caso di tubolari con camere d’aria in butile o costruzione tubolare-tubeless (come Tufo). Elevata durata: se … Continua

Caffélatex e CO2

Anche se Caffélatex resiste bene all’impiego con temperature basse o alte (da -20 a 50°C), mal tollera gli sbalzi rapidi. Un forte shock termico può essere un iniziatore di polimerizzazione per tutti i sigillanti a base lattice (naturale e sintetico), che quindi solidificano in breve tempo dall’uso della bomboletta CO2. Consigliamo di limitare per quanto … Continua