Carbogrip

Carbogrip è una speciale resina siliconica ad alto peso molecolare. Applicato, crea una superficie grippante che previene lo spostamento dei componenti.

PUNTI DI FORZA:

  • previene lo spostamento non voluto dei componenti
  • impermeabile all’acqua: ha proprietà anti-bloccanti nel tempo
  • isolante elettrico: previene la corrosione e/o saldatura galvanica
  • perfetto frena-filetti per viti in metallo o composito
  • può essere utilizzato contro scricchiolii di movimenti centrali Press-Fit
  • continuiamo a trovare nuove applicazioni per Carbogrip (elencate qui sotto…)!
  • non graffia i componenti e può essere facilmente rimosso

CARATTERISTICHE:

Il perfetto complemento alla chiave dinamometrica Giustaforza:

per assemblare correttamente componenti in carbonio, l’utilizzo di una chiave dinamometrica ed il rispetto delle coppie di serraggio consigliate non sono gli unici parametri in gioco . L’esperienza ci insegna che la superficie lucida del carbonio può portare a superare le coppie di serraggio massime, se si vuole impedire al componente di muoversi, con i rischi che ne conseguono.

Carbogrip è il perfetto complemento alla chiave Giustaforza: è una speciale resina siliconica ad alto peso molecolare, sotto forma di spray o in pratici blister mono-dose. Applicato, crea un sottile strato che polimerizza (in un tempo variabile tra i 3 ed i 5 minuti) in una superficie grippante.

Formato:

Carbogrip è disponibile come bomboletta spray da 75 ml o in confezione da 15 blister (3 ml di resina liquida ognuno).

Cosa contiene (e cosa non contiene):

Carbogrip è una speciale resina siliconica ad alto peso molecolare. Non graffia i componenti poiché non contiene sabbia o polvere dura.

Come funziona:

Quando la forza di serraggio viene applicata, lo strato ad elevata frizione di Carbogrip impedisce al componente di muoversi… ma quando il serraggio viene eliminato (le viti svitate) il silicone funziona come distaccante, permettendo una facile rimozione del componente.

Anti-bloccaggio:

con il passare del tempo, altri prodotti per il montaggio possono essere lavati via, o perdere le specifiche proprietà. Non Carbogrip, e spieghiamo perché crea uno strato molto duraturo e così efficace come anti-bloccaggio:

  • è impermeabile e – se utilizzato su di un tubo reggisella – previene infiltrazioni d’acqua nel telaio;
  • è un isolante elettrico e previene la corrosione e/o saldatura galvanica tra metalli diversi;
  • resiste a temperature molto alte, quindi la resina non liquefa, migra o modifica le proprietà nell’uso ciclistico.

Carbogrip si rimuove facilmente con Carbomove o altri solventi derivati dal petrolio (avio o benzina bianca, per esempio).

Molte applicazioni per Carbogrip:

  • inizialmente creato come liquido di montaggio per componenti in carbonio;
  • ottimo come frena-filetti (per viteria in acciaio, titanio, alluminio e carbonio);
  • ideale per le manopole da mountain-bike: inserito all’interno della manopola ne facilita inizialmente il montaggio, per poi fissarla in posizione dopo pochi minuti. La manopola si può rimuovere poi soffiando aria all’interno con un compressore o con altri metodi normalmente impiegati;
  • utilizzato sui talloni degli pneumatici tubeless, previene lo sfiato negli utilizzi a pressioni di gonfiaggio molto basse;
  • applicato nel telaio sulle sedi dei movimenti centrali prima del montaggio, previene scricchiolii e rumori (sia per movimenti filettati che press-fit);
  • ci sono sicuramente altre appilcazioni che non abbiamo ancora scoperto…

Come usare Carbogrip come liquido di montaggio:

  1. pulire attentamente le superfici di assemblaggio. Reggisella: eliminare tracce di grasso anche all’interno del tubo sella del telaio;
  2. applicare Carbogrip sul componente e montarlo immediatamente;
  3. chiudere le viti alla coppia di serraggio consigliata;
  4. attendere 5 minuti prima di usare il componente;
  5. tracce indesiderate di Carbogrip si possono rimuovere con Carbomove o altri solventi a base di petrolio.

Consigli e trucchi:

  • Spray: se non si usa frequentemente il Carbogrip, la resina che lo costituisce può indurire all’interno dell’erogatore e bloccarlo. Nel caso, è sufficiente rimovere l’erogatore e capovolgerlo: una goccia di Carbomove (o di altri solventi a base di petrolio) all’interno dell’erogatore ne ripristinerà la funzionalità.
  • Blister: anche sono considerati monouso, la resina tende a chiudere la piccola apertura del blister, che si può così riutilizzare successivamente.

Prodotto in Italia.

Prodotto ACQUISTABILE CON
SPEDIZIONE IN SVIZZERA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *