fbpx

Spedizione gratuita in tutto il mondo per ordini a partire da 200 CHF

Carogna – Nastro biadesivo per tubolari

Il nastro biadesivo Carogna è un modo rapido, pulito e sicuro per incollare i tubolari, eguagliando i migliori mastici in termini di prestazioni di incollaggio e resistenza al calore.

Svuota

PUNTI DI FORZA:

  • Adesione molto affidabile, in qualsiasi condizione e temperatura
  • Estremamente facile da usare: veloce e pulito, anche per chi è alle prime armi
  • Funziona per utilizzo del tubolare su strada e fuoristrada
  • Quattro larghezze disponibili per adattarsi a qualsiasi cerchio tubolare e pratica

CARATTERISTICHE:

Perché l’abbiamo creato

In quanto amanti dei tubolari, abbiamo iniziato lo sviluppo del nastro biadesivo Carogna con un chiaro ed ambizioso obiettivo: eguagliare le prestazioni di incollaggio e resistenza al calore dei migliori mastici, pur mantenendo tutti i vantaggi di un nastro adesivo.
Oltre a questo, ci siamo interessati in modo specifico al ciclocross (qui la guida dettagliata) ed all’utilizzo fuoristrada del tubolare in generale (mountain-bike, Gravel), dove sono richieste caratteristiche specifiche dal punto di incollaggio tubolare.

La sicurezza prima di tutto

Carogna è stato progettato ed è stato testato per funzionare perfettamente su qualsiasi materiale di cerchio (alluminio, carbonio), con qualsiasi tubolare (senza cuciture, fatto a mano, vulcanizzato, con fettuccia di base piatta o con cucitura centrale rialzata), su strada e fuoristrada . L’adesione è molto forte ed uniforme su tutta la circonferenza del cerchio, ed è uniforme anche sull’intera larghezza della fettuccia. Un limite di altre tecniche di incollaggio è l’adesione limitata ai bordi della fettuccia, oppure al centro, a seconda della forma del tubolare e del cerchio. Carogna risolve questo problema con specifiche proprietà adesive sul lato cerchio e sul lato tubolare.


Il nastro Carogna ha su ogni lato una specifica tipologia di adesivo:

  • Semistrutturale ma rimovibile sul lato del cerchio:
    l’adesione è garantita da colla acrilica per usi industriali. Quando si rimuove il tubolare (rompendo il suo legame con il cerchio), la colla acrilica rimarrà sul nastro Carogna, non sul cerchio. La colla acrilica ha un’adesione affidabile su alluminio e carbonio.
  • Permanente sul lato tubolare:
    uno strato spesso 1 mm di colla permanente ad alta viscosità (originariamente sviluppata per applicazioni subacquee) si deforma plasticamente e si adatta alla forma della fettuccia di base quando il tubolare viene gonfiato, garantendo una superficie di contatto ottimale per l’incollaggio. Questa colla aderisce bene a qualsiasi tipo di materiale della fettuccia (nylon, cotone, poli-cotone) o finitura esterna (grezza, spazzolata o rivestita di neoprene).

Ampia resistenza alla temperatura (durante l’uso)

IMPORTANTE: quando si incolla un tubolare con nastro Carogna, la temperatura dell’officina deve essere compresa tra 21°C e 38°C (da 70 a 100°F). A quella temperatura, l’80% della forza adesiva viene raggiunto dopo 8 ore, il 99% dopo 24 ore. La corretta adesione non può avvenire a temperature inferiori a 10°C/50°F.

Una volta che l’adesione è avvenuta, utilizzare il tubolare a basse temperature (fino a -40°C/-40°F) non è un problema. La resistenza termica di tutti i materiali utilizzati nella produzione di Carogna era un’alta priorità: Carogna garantisce adesione perfetta a 150°C (302°F) per lunghi periodi (ore), superando la resistenza al calore anche dei migliori mastici. Raccomandiamo di pulire le superfici (cerchi e fettuccia dei tubolari) usando alcool isopropilico o benzina bianca (vedere il foglietto illustrativo per istruzioni di montaggio dettagliate qui).

Trasforma un lavoro di più giorni in uno da cinque minuti

Guardando il video di montaggio qui sotto, incollare un tubolare con nastro Carogna richiede dai cinque ai dieci minuti ed è in realtà un’operazione semplice, non una “da iniziati” come nel caso del mastice (che significa applicare più mani di colla liquida su tubolare e cerchio, le tempistiche associate all’essicazione, odori, gocce, ecc.).
Per la sua semplicità, incollare i tubolari con Carogna è un’operazione eseguibile anche da principianti.

Il tempo si risparmia anche quando il tubolare (incollato con Carogna) è stato rimosso, poiché il nastro lascia il cerchio pronto per il successivo incollaggio, senza ulteriore pulizia. Eventuali tracce di colla Carogna sul cerchio sono molto sottili e possono essere lasciate sul posto, e un tubolare incollato su di esse con un nuovo nastro Carogna.
Un tubolare incollato con Carogna può anche essere ri-incollato: basta staccare lentamente il grosso del nastro Carogna lasciando la colla (permanente) Carogna sulla fettuccia del tubolare, e incollare nuovamente con un nuovo nastro Carogna.

Formati disponibili e larghezza cerchio:

Carogna è disponibile nelle seguenti versioni:

  • “S” (16,5 mm di larghezza) per cerchi tubolari tradizionali / vintage (larghezza del canale di incollaggio tra 15 e 18 mm)
  • “SM” (20 mm di larghezza) per cerchi tubolari comuni (larghezza del canale di incollaggio tra 18 e 22 mm)
  • “M” (25 mm di larghezza) per alcuni cerchi tubolari aerodinamici o ciclocross (larghezza del canale di incollaggio tra 22 e 26 mm)
  • “L” (larghezza 30 mm) per cerchi tubolari super larghi e / o per Gravel (larghezza del canale di incollaggio tra 26 e 32 mm)

I rotoli sono da 2 m (per una ruota) o da 16 m (Shop Roll per officine, per 8 ruote).

Perché “Carogna”?

In alcune regioni italiane “Carogna” è la parola utilizzata tradizionalmente per indicare il mastice per tubolari… dato che il mastice (come una carogna) ha un odore molto forte e sembra che, anticamente, alcuni collanti venissero ricavati da carcasse in decomposizione. Rispetto a quello tradizionale, il nostro “Carogna” incolla però in modo rapido, pulito e senza cattivi odori!


La grande domanda: funziona per il ciclocross?

Il nastro Carogna funziona per il ciclocross. Tuttavia, non sorprendentemente, conoscere la corretta procedura di incollaggio è molto più importante per il ciclocross rispetto al normale uso su strada: anche se effettuato con il tradizionale mastice, un lavoro di incollaggio mediocre non sopravvive alle gare di ciclocross. A causa della bassa pressione di gonfiaggio, i tubolari si affidano totalmente alla colla per rimanere sul cerchio, quindi l’adesione deve essere perfetta. Qui di seguito alcuni consigli che abbiamo appreso dai meccanici dei team, in anni di gare di ciclocross con Carogna e tubolari:

  1. EVITARE DI CARTEGGIARE IL CERCHIO
    Sappiamo che questa è una pratica comune durante l’incollaggio con mastice, ma i nastri adesivi sono diversi. La carta vetrata crea piccole scanalature sul canale del cerchio, riducendo la superficie adesiva per il nastro. Un canale liscio offre la massima superficie di contatto per la Carogna: si consiglia di rimuovere completamente eventuale colla residua dal cerchio con Carogna Remover prima dell’applicazione del nastro Carogna. Pulire poi le superfici con uno sgrassante come alcol isopropilico o benzina bianca.
  2. LA LARGHEZZA DEL CAROGNA DEVE ESSERE QUELLA CORRETTA PER IL CERCHIO

    Se il nastro Carogna è molto più largo dei cerchi (per esempio Carogna “M”, 25mm, su un cerchio da 20 mm) ci sarà del nastro in eccesso che non è correttamente incollato (dato che non può essere “compresso” tra il tubolare ed il cerchio). Quella zona è un potenziale punto di ingresso per sporco e fango, che potrebbero farsi strada fino alla sezione incollata di Carogna … non immediatamente, ma entro il terzo o il quarto fine settimana di gare. È meglio tagliare l’eventuale eccesso con una lama di rasoio, prima di montare il tubolare. Utilizzare un Carogna più largo e tagliare l’eccesso è il modo migliore per sfruttare appieno l’intera superficie di incollaggio.
  3. NON METTETE LE RUOTE AL FREDDO PRIMA CHE I TUBOLARI ABBIANO FATTO PRESA

    Quando si incolla un tubolare con nastro Carogna, la temperatura dell’officina deve essere compresa tra 21°C e 38°C (da 70 a 100°F). A quella temperatura, l’80% della forza adesiva viene raggiunto dopo 8 ore, il 99% dopo 24 ore. La corretta adesione non può avvenire a temperature inferiori a 10°C/50°F. Una volta avvenuta l’adesione, l’uso a basse temperature (fino a -40°C/-40°F) non è un problema.
  4. BASSE PRESSIONI DI GONFIAGGIO POSSONO RICHIEDERE TEMPI DI INCOLLAGGIO PIU’ LUNGHI
    
La colla Carogna è attivata a pressione, quindi fa presa molto saldamente quando viene spinta contro il cerchio dalla pressione del tubolare (per questo motivo, per i tubolari da strada, raccomandiamo di gonfiare i tubolari alla massima pressione e di attendere alcune ore prima di pedalare: l’adesione raggiunge 80% della sua forza massima dopo 8 ore, il valore ottimale del 99% dopo 24 ore). Poiché la maggior parte dei tubolari da ciclocross non consente una pressione massima molto elevata, Carogna potrebbe richiedere più tempo prima che avvenga l’adesione ottimale. Ciò dipende anche dalla finitura / superficie della fettuccia di base del tubolare. Sono stati segnalati casi in cui tubolari da ciclocross non erano ancora incollati dopo 8 ore, mentre lo diventavano dopo un giorno in più alla massima pressione.
  5. LE SUPERFICI DEVONO ESSERE PULITE E PREPARATE IN MODO CORRETTO

    Soprattutto quando si usano tubolari con fettuccia in cotone grezzo o non protetto, prestare la massima attenzione alla pulizia delle superfici di incollaggio. Raccomandiamo il nostro primer per l’adesione Eau de Carogna per il nastro tubolare, per assicurarci che l’adesione non sia ostacolata da polvere o umidità.

La qualità dell’adesione dovrebbe sempre essere verificata sgonfiando completamente il tubolare e spingendolo delicatamente da un lato. Se il tubolare non ha ancora aderito perfettamente, è consigliabile rigonfiare ed attendere ancora. Con il tempo si raggiungerà il risultato desiderato.

Prodotto in Italia.

Ti potrebbe interessare…

REVIEWS

Effetto Mariposa

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER